Skip links

comunità

La Comunità

La Comunità

COMUNITA’ DELLE MILLE COPERTE MERLINO FAMIGLIA MERLINO Proprietari del lanifici omonimo, degli immobili e dei macchinari. Custodi della sapienza, dell’esperienza e della conoscenza generata dalla secolare attività.Punto di riferimento del progetto e per l’intera comunità di Taranta. IL COMUNE DI TARANTA Partner di riferimento, il Comune di Taranta rappresenta la comunità, il paese, attore co-protagonista di questo esperimento. L’amministrazione comunale ha fatto immediatamente sua la candidatura del progetto presso il GAL Maiella Verde, si propone di realizzare propri interventi integrati alla comunità “Mille Coperte Merlino”. PARCO NAZIONALE DELLA MEJELLA La partnership sottoscritta del Parco Nazionale della Majella oltre a darci nuove e più concrete motivazioni nel fare, sottolinea il legame forte con il territorio che la nostra comunità di progetto vuole ottenere. Vari gli interessi condivisi con il progetto. La pastorizia, la salvaguardia della rete dei tratturi, il fiume, il pascolo nella montagna. Il turismo. LANIFICIO FRATELLI BIANCO Fra i primi aderenti alla comunità, l’azienda di Lanciano (Ch) produce filato per il lanificio Merlino ormai da decenni. Partner ideale, si candida a ruolo di co-protagonista dentro la nostra comunità di progetto. GRAFFITIWEB Specializzata in servizi in rete si occupa della gestione del sito web e della comunicazione social per il Lanificio Merlino. OPERATORI TURISTICI Aderiscono per il momento al Progetto di Comunità due operatori turistici dell’Alta Valle Aventino: Stop&go e Majexpirience. Il loro impegno è quello darci consulenza nell’allestimento dell’hotspot turistico, di pianificare le visite nella durata, nel percorso, nella scelta dei contenuti didattici. Ottimizzare il sistema di prenotazione, inserire il format nelle loro proposte e presso i tour operator. FILIFORME Di Valeria Belli,  rappresenta l’approccio etico e sostenibile utile per un corretto ripristino della lavorazione del tessile abruzzese. Esperta delle tradizioni e delle tecniche di lavorazione della lana partecipa a Mille Coperte Merlino con il suo bagaglio di esperienza in campo e con progetti mirati alla formazione del personale e alla creazione di pacchetti formativi spendibili nel turismo come nella didattica. ITS “ALGERI MARINO” l’ITS Istituto di Istruzione Superiore “Algeri Marino” di Casoli ha svolto attività di alternanza scuola-lavoro con il Lanificio Merlino di Taranta Peligna, attraverso un perogetto specifico: “Simulimpresa”. Nel 2020 ha realizzato un bellissimo documentario (visibile nella sez. video) sul territorio e la filiera della lana nella Valle dell’Aventino. EDIZIONI MENABO’ La Casa Editrice Menabò nasce più di venti anni fa con l’intento di creare una rivista che potesse contribuire alla conoscenza e alla promozione turistica del territorio abruzzese – D’Abruzzo trimestrale di Turismo Cultura Ambiente – Partner di MilleCoperteMerlino, seguirà con l’attenzione solita con la quale osserva la nostra regione, le sue emergenze culturali, storiche, architettoniche, naturalistiche e artistiche. ABRUZZO AVVENTURE L’associazione si dedica da anni allo studio della rete dei tratturi, oggi patrimonio UNESCO. Per l’associazione il lanificio Merlino costituisce il punto di arrivo per qualsiasi esperienza turistica o culturale legata alla lavorazione della

Regolamento della Comunità di Progetto

Regolamento della Comunità di Progetto

Premesse Il GAL Maiella Verde ha pubblicato l’Avviso pubblico per l’identificazione delle Comunità di Progetto. La Comunità di progetto Mille Coperte Merlino, già riconosciuta, è stata ammessa alla fase di preparazione ed attuazione del Progetto integrato. La Comunità di Progetto è aperta, inclusiva ed ispirata a principi di governance democratici. Essa promuove ed accetta l’ingresso di nuovi aderenti che vorranno condividere e rispettare i principi e le regole decise dall’Assemblea di cui entrano a far parte. Il presente Regolamento è finalizzato a definire le modalità operative del funzionamento della CP che, con il supporto del GAL Maiella Verde, ha lo scopo di attuare il Progetto integrato. Articolo 1 – Organismi di rappresentanza della CP 1.1 Assemblea della Comunità di Progetto.  Fanno parte dell’Assemblea della Comunità di Progetto tutti coloro che hanno manifestato la loro adesione compilando online l’All. 6 “Adesione alla CP”. Con le sue decisioni l’Assemblea determina l’indirizzo generale e le modalità per perseguirli nell’interesse degli associati. In particolare: approva il presente Regolamento e le sue eventuali modificazioni; ratifica l’adesione di nuovi richiedenti; nomina il Comitato di coordinamento della CP; approva il Progetto integrato della CP. Regolamento di funzionamento  L’Assemblea si riunisce ogni volta che si rendesse necessario o su richiesta di almeno 2/3 dei suoi aderenti. La convocazione dell’Assemblea è disposta dal Referente tecnico del Comitato di coordinamento della CP. L’Assemblea è convocata a mezzo mail con almeno cinque giorni di anticipo. L’ordine del giorno dei lavori è predisposto dal Referente tecnico in accordo con il Comitato di coordinamento. L’Assemblea è presieduta dal Referente tecnico che nomina un segretario verbalizzante. Le riunioni dell’Assemblea sono valide con la presenza di almeno il 30 per cento dei suoi componenti. L’Assemblea si pronunzia a maggioranza qualificata (2/3 dei presenti). Delle sedute assembleari viene redatto un verbale sottoscritto dal Referente tecnico e dal segretario verbalizzante. 1.2 Comitato di coordinamento della CP Il Comitato di coordinamento, che è lo strumento e il luogo di confronto nell’ambito del quale vengono effettuate le eventuali scelte tecniche ed organizzative relative alle attività previste, è composto di massimo 7 membri eletti dall’Assemblea tra i suoi aderenti. Appena eletto, il Comitato nomina tra i suoi componenti il Referente tecnico. La convocazione del Comitato di coordinamento della CP è disposto dal Referente tecnico. Il Comitato, è convocato a mezzo mail con almeno cinque giorni di anticipo. Dal punto di vista operativo si prevedono le seguenti attività: agisce da raccordo con gli aderenti alla CP; in collaborazione con il GAL, supporta l’attuazione delle azioni previste funzionali alla realizzazione del Progetto integrato; 1.3 Referente tecnico del Comitato di coordinamento Il Referente tecnico del Comitato di coordinamento, nominato dai suoi componenti e tra i suoi componenti,  ha il compito di coordinare i partecipanti alla CP nella realizzazione del piano di lavoro previsto dal Progetto integrato  e seguire l’animazione delle attività in stretta collaborazione con il GAL Maiella Verde. È suo compito controllare l’avanzamento e la condivisione delle attività. A tal fine convoca le riunioni, divulga (attraverso idonei strumenti digitali) le attività della CP tra gli aderenti, facilita gli incontri e gli scambi e sollecita gli aderenti a collaborare sulle attività di comune interesse. Articolo 2 – Ruolo e compiti degli aderenti Ciascun aderente alla Comunità di progetto Mille Coperte Merlino si impegna a svolgere le attività che gli competono secondo quanto stabilito nel Progetto integrato. Si impegna, inoltre, a fornire la più ampia collaborazione per la sua realizzazione, lavorando in sinergia con il Referente tecnico del Comitato di coordinamento  ed il GAL, secondo le modalità e le tempistiche previste dal Progetto integrato. Ciascun aderente alla CP si impegna a mantenere la riservatezza su qualsiasi documento, informazione o altro materiale direttamente correlato all’esecuzione del Progetto integrato la cui diffusione possa causare pregiudizio alla realizzazione del Progetto integrato stesso e/o ad altri aderenti alla CP. Articolo 3 – Durata dell’Accordo  Il presente atto impegna la Comunità di progetto ed i suoi aderenti dalla data di stipula dello stesso e cesserà ogni effetto alla data di estinzione di tutte le obbligazioni assunte derivanti dalla realizzazione del Progetto integrato, fatto salvo per eventuali obblighi relativi a riservatezza e doveri di collaborazione con il GAL, scambio di informazioni e rendicontazioni necessarie per l’Autorità di